La proroga dei saldi non è sufficiente: occorre programmazione

17 febbraio 2021

‘’La proroga dei saldi al 28 marzo, iniziativa proposta dall’assessore Delli Noci, sebbene sia un modo per allettare il consumatore e un incentivo ad acquistare, non credo sia assolutamente sufficiente a far ripartire l’economia in Puglia. Ci troviamo in una situazione di totale incertezza e ora più che mai l’obiettivo deve essere ricostruire ciò che è stato distrutto. Per farlo occorre programmare, perché le aziende lavorano sulla programmazione. Siamo in una fase drammatica in cui il calo dei consumi è ogni giorno più consistente: basta guardare i dati Istat che evidenzia cali di fatturato nel settore moda pari al 60%. Serve un tavolo tecnico urgente affinché si costituisca una cabina di regia, che coinvolga chi sta lavorando nei distretti urbani del commercio e chi lavora continuamente a fianco degli imprenditori, per stabilire delle azioni urgenti tese a salvaguardare le imprese che ancora sopravvivono. Serve un’azione che guardi ai prossimi 4 anni, che tenga presente le emergenze, ma che abbia come unico obiettivo il rilancio per il futuro. Un’azione lungimirante:
??un piano di ripresa e di investimenti nei centri urbani
??un piano di finanziamento delle attività di digitalizzazione e formazione digitale delle imprese di prossimità, che le renda competitive rispetto al commercio online che sta penetrando sempre di più nei mercati
??finanziamenti a fondo perduto per il settore della distribuzione settore moda
??finanziamenti a fondo perduto per i giovani imprenditori e imprenditrici fino a 40 anni che investono aprendo nuove attività’’
Raffaella Altamura|Presidente Confesercenti Bari

Torna indietro