FAQ alla Prefettura di Bari "Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet"

26 marzo 2020

A far data dall’11 marzo scorso, in coincidenza dell’emanazione del DPCM che ha indicato quali attività commerciali potessero restare aperte poiché ritenute essenziali, cartolerie e librerie sono chiuse. Al pari i reparti dei supermercati che sono adibiti alla vendita di prodotti per la scuola devono restare chiusi e non consentire l’acquisto di detti articoli. Contestualmente da quella data gli studenti ed i docenti di ordine e grado scolastico hanno attivato la modalità di didattica a distanza che sopratutto per i più piccoli comporta il consumo continuo di materiale di cancelleria. Per non parlare dell’importanza di impegnare il tempo di questi piccoli, costretti di colpo all’isolamento, attraverso giochi didattici, utilizzo di materiale vario di cancelleria o libri. La Confesercenti Terra di Bari, per le predette motivazioni ha ritenuto di inviare una FAQ alla Prefettura di Bari affinché chiarisca la possibilità per questa categoria merceologica, così come previsto dall’allegato 1 del DPCM 11 marzo 2020 alla voce “Commercio al dettaglio di qualisiasi tipo di prodotto effettuato via internet“, nel rispetto dell’obbligo di chiusura degli esercizi, di poter effettuare la vendita dei loro prodotti a mezzo telefono o internet con consegna a domicilio al pari di quanto previsto dallo stesso DPCM per le categorie di cui all’art.’ 1 punto 2) del suddetto DPCM.
Riteniamo determinante un chiarimento tale che andrà di certo in contro alle esigenze di molte famiglie e cittadini ma che soprattutto non discrimini i negozi di prossimità costretti alla chiusura rispetto ai colossi on Line per i quali le vendite non si sono mai fermate. 
Il Presidente Provinciale Avv. Raffaella Altamura

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Torna indietro