GUIDE TURISTICHE: URGE LEGGE DI RIFORMA

03 agosto 2017

Il Consiglio di Stato, a cui il MIBACT e la Federagit-Confesercenti (nella costituzione del fabbisogno finanziario per il ricorso anche le guide baresi avevano partecipato) si erano appellati contro la precedente sentenza del TAR ha, invece, confermato l’annullamento dei decreti ministeriali del 2015, determinando una grave situazione che potrebbe pregiudicare una corretta divulgazione e valorizzazione del patrimonio culturale italiano.

Anche in questo caso come in altri (mercati, balneari ecc.), commenta Anna Gernone, Presidente FEDERAGIT Terra di Bari,  la causa principale sta nell’applicazione della Direttiva europea Bolkestein che liberalizza i servizi affidandoli alla concorrenza spietata (la prevista generica guida nazionale ed europea anziché quella dei siti specialistici indicata dal Mibact), più che alla competenza.”

La FEDERAGIT, l’Associazione delle guide turistiche che fa capo a Confesercenti, di conseguenza, ha chiesto un incontro urgente al MIBACT affinché si provveda, in tempi rapidi e in collaborazione con le associazioni di categoria più rappresentative, alla redazione di una legge di riordino delle professioni turistiche, innanzitutto per arginare l’ingente perdita di entrate fiscali dovuta all’indiscriminato esercizio abusivo della professione e per porre un freno al caos nei siti di particolare interesse storico artistico e archeologico.

“Insomma, conclude Anna GERNONE, più turisti anche in Puglia, ma non sempre più lavoro per le guide regionali pugliesi, poiché le pseudo guide europee le sostituiscono nel lavoro e i tour operator, non sono obbligati ad usufruire di guide locali, facendo passare i loro accompagnatori come guide, senza che ci sia alcun controllo. Tutto questo ci danneggia enormemente.”

FEDERAGIT, pertanto, ha chiesto al MIBACT che, nelle more, fornisca delle precise linee guida alle Regioni per far sì che gli organismi a cui compete il controllo per l’esercizio legale della professione siano in grado di operare nel rispetto delle leggi in vigore. 

Torna indietro